banners/foto_vivere_citta_1.jpg

Vivere in città

Vivere in città

Vivere la Città

Un migliaio le persone assistite a Jesi. Nuovo meritorio sostegno del Lions Club

Logo Basta il giusto
Logo Basta il giusto

Si è tenuta oggi presso la residenza municipale la conferenza stampa di presentazione del progetto di solidarietà realizzato dal Lions Club di Jesi insieme all'Adra, l'agenzia umanitaria della Chiesa Avventista che opera in Italia e all'estero a favore di soggetti e famiglie svantaggiate.
L'assessore ai servizi sociali Maria Luisa Quaglieri, che ha promosso e favorito il progetto, ha ricostruito nel suo intervento le fasi della collaborazione con il Lions Club di Jesi, rappresentato nella circostanza dal presidente Luciano Goffi e da Giorgio Bartolucci: "il problema della povertà a Jesi e nella Vallesina" ha sottolineato la Quaglieri "si configura come una vera e propria emergenza sociale”. Sono infatti circa un migliaio le persone assistite con il Tavolo della Solidarietà, lo speciale organismo coordinato dal Comune di Jesi che vede in prima fila Adra, Amicizia a Domicilio e Caritas raccogliere pasti dalle mense pubbliche e private e prodotti alimentari da supermercati e aziende per redistribuirlo a chi è in difficoltà.
“Quando il presidente Goffi mi ha raggiunto per valutare insieme quale intervento mettere in essere con il contributo del Lions Club di Jesi - ha aggiunto la Quaglieri -  ho pensato all'attività dell'Adra, che da tempo collabora proficuamente con l'Amministrazione comunale”
Il problema che aveva l'associazione era quello di dotarsi di un moderno abbattitore per la sterilizzazione e conservazione dei pasti ritirati dalla mensa pubblica, qualcosa come 130 porzioni a settimana. Grazie all'intervento del Lions Club di Jesi, sollecitato dall'assessore Quaglieri e alla generosità della ditta Ice Service e del suo titolare Andrea Rimini, l'abbattitore per alimenti è arrivato gratuitamente al personale dell'agenzia umanitaria. Luciano Goffi, presidente del Club, ha dichiarato che "la natura di Club di service del Lions International impegna il sodalizio su diversi fronti emergenziali come la lotta alla fame nel mondo e alle malattie. Tra gli ultimi progetti umanitari al livello internazionale in cui anche il Club di Jesi risulta coinvolto figura l'attività a favore di bambini oncologici provenienti dalle aree povere del mondo".
Il consigliere Giorgio Bartolucci, intervenendo dopo il presidente Goffi, ha ribadito che "continua la collaborazione del Club con il mondo del volontariato jesino, in particolare, oltre all'Adra, con l'Associazione Amicizia a Domicilio, che si occupa di  assistenza alle famiglie disagiate e con l'Associazione Liberato Zambia, alla quale si è riusciti a procurare gratuitamente un macchinario da spedire in Africa per la preparazione di pasti multivitaminici in grado di compensare la scarsità di derrate alimentari disponibili per le popolazioni locali".
La rappresentante dell'Adra Monia Ciccarelli, nel ringraziare la generosità della ditta Ice Service srl e il contributo del Lions Club e dell'assessore Quaglieri, ha evidenziato il clima di fattiva collaborazione che l'Amministrazione Comunale ha saputo costruire con l'articolato mondo del volontariato jesino attraverso anche l'attività della Consulta della Pace. "La realtà jesina" ha sottolineato Monia Ciccarelli, "rappresenta un vero e proprio esempio, anche in ambito regionale, di costruzione di un rapporto virtuoso e proficuo tra pubblica amministrazione, rete del volontariato, mondo delle imprese e club di service come il Lions International".

Comunicato di Jesi

Jesi, 12 marzo 2018

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità