Il Comune

Riparte il progetto giovani per una partecipazione attiva

Progetto Giovani
Progetto Giovani

La sala consiliare ha ospitato il primo incontro per la ricostituzione del gruppo di lavoro per il Progetto Giovani e Istituzioni.
Alla presenza dell'assessore all'associazionismo e partecipazione Paola Lenti, i docenti referenti dei sette Istituti di Istruzione Superiore della città e gli studenti che si sono resi disponibili a partecipare al progetto per ogni scuola di riferimento, in parte rinnovati, si sono riuniti per riprendere il percorso avviato già nella precedente consiliatura dall'assessore Roncarelli.
Dopo il saluto rdel sindaco Massimo Bacci come segno di disponibilità ed incoraggiamento a creare questa sinergia fra l'istituzione Comune e il mondo giovanile, sono stati presentati ai ragazzi gli obbiettivi del Progetto, contenuti nello Statuto dei Giovani elaborato al termine dei tre anni precedenti di lavoro.
L'Amministrazione comunale, consapevole del prezioso contributo che i giovani possono apportare alla crescita della società, con il Progetto Giovani intende promuovere la loro partecipazione attiva alla vita della città, al fine di sviluppare il senso civico e di appartenenza alla comunità, la conoscenza dei meccanismi delle istituzioni, la sensibilità verso i problemi generazionali e un dialogo democratico e costruttivo. I giovani aderenti, in collaborazione con l'Ente, elaboreranno un percorso per comprendere l'importanza della partecipazione all'attività amministrativa che terminerà con una giornata dedicata al tema della trasparenza, guidata dal segretario generale del Comune Luigi Albano e promuoveranno iniziative di collaborazione, supporto ed integrazione ad istituzioni, enti ed associazioni con l'obiettivo di un sempre maggiore coinvolgimento dei coetanei.
“Grazie agli Istituti per la loro disponibilità e grazie ai ragazzi per la loro voglia di esserci - ha sottolineato l’assessore Paola Lenti - speriamo di offrire loro come Amministrazione un'opportunità di crescita nella consapevolezza che li renda sempre più protagonisti e responsabili della loro vita, non solo personale, ma anche sociale”.

Comune di Jesi

Jesi, 11 maggio 2018

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità