banners/foto_arte_cultura_1.jpg

Arte e cultura

Arte e cultura

Le iniziative

La crisi: declino di valori o punto di svolta

Incontri culturali 2013

- 18 gennaio 2013 - 01 febbraio 2013 - 14 febbraio 2013 - 22 febbraio 2013 - 11 marzo 2013 - 05 aprile 2013 

Orario: 18.00


Incontri culturali 2013
Incontri culturali 2013

Gli interrogativi sui quali vorremmo porre quest'anno l'attenzione ruotano intorno al nucleo tematico della globalizzazione, della complessità e della crisi.
Nell'analisi che cercheremo di fare vedremo che ciò che attraversiamo non è soltanto una crisi economica, ma un passaggio di civiltà con una trasvalutazione di valori tale che quelli del passato non potranno essere recuperati come se nulla fosse successo, né è facile individuarne di nuovi: è certo, comunque, che il mondo di domani sarà molto diverso da quello che abbiamo conosciuto.
La crisi potrebbe essere un'occasione per recuperare una razionalità che non sia solo strumentale, ma aperta alla valutazione dei fini. È un'idea di verità che non sia meramente logica, ma una testimonianza fattiva di ciò in cui si crede e per cui si vive. È anche recuperare una temporalità che non sia solo quella del mercante, ma, piuttosto, quella della convivenza umana che lascia libertà ai ritmi della bellezza, della misura, della gratuità, della comunità e del rispetto.
Riferendosi all'Italia, il prof. M. Magatti tende ad evidenziare, dalle informazioni del Censis, che la crisi sta intaccando la stessa energia fisica individuale, con un'alleanza perversa tra stato e società, tra mercato e ampi settori della società stessa, che ha spinto l'Italia ad avvitarsi in una spirale implosiva.
È sull'intenso contributo degli esperti che si succederanno e sull'attenta partecipazione di tutti che, anche quest'anno, facciamo affidamento.

I responsabili della
Biblioteca Planettiana
e della Biblioteca Petrucciana

 

18 Gennaio 2013 | ore 18.00

Biblioteca Planettiana - Palazzo della Signoria 

LA DISARMONICA ARMONIA NELL’ARTE

Prof. Enrico Sciamanna
Critico d’arte

 

1 Febbraio 2013 | ore 18.00

Biblioteca Petrucciana - Via Santoni, 1

ELOGIO DEL DISCORSO INUTILE. IL POTERE DELLE PAROLE

Prof. Pietro Barcellona
Prof. emerito di filosofia del diritto

Pietro Barcellona, docente emerito di filosofia del diritto all'Università di Catania e già membro del Consiglio Superiore della Magistratura dal 1976 al 1979. Barcellona parlerà sul tema "Elogio del discorso inutile. Il potere delle parole", che riprende un suo recente saggio intitolato proprio "Elogio del discorso inutile. La parole gratuita", Edizioni Dedalo, 2010. Come si può capire un’opera d’arte? Come si può comprendere la sofferenza psichica? Come si può accogliere il mistero del sacro? I discorsi e le logiche di cui disponiamo, orientati a misurare l’efficienza e l’utilità, lasciano senza risposta tutte queste domande. I «discorsi inutili», invece, secondo Barcellona, non perseguono l’obiettivo di una soluzione pratica, ma producono pensieri ed emozioni, creando un nuovo spazio mentale in cui ricostituire la relazione affettiva fra essere umano e mondo, fra sé e altro. I «discorsi inutili» liberano lo spazio mentale dai vincoli imposti dal conformismo sociale e dall’etica del successo, aprendo a una nuova visione, in cui la propria dimensione è sottratta al calcolo delle utilità ed esprimendo appieno il potere delle parole.

 

14 Febbraio 2013 | ore 18.00

Biblioteca Planettiana - Palazzo della Signoria

QUALE RELAZIONE EDUCATIVA È POSSIBILE CON I NUOVI ADOLESCENTI, IN UNA SOCIETÀ IN CUI L'IO, IL PRESENTE E I MEDIA HANNO UN RUOLO CENTRALE

Prof.sse Maria Marchigiani e Anna Mazzucco
Movimento di cooperazione educativa

Maria Marchegiani e Anna Mazzucco, del Movimento di Cooperazione Educatica, tenteranno, in un serrato intervento a due voci, di delineare quale debba essere il rapporto di carattere educativo che si deve stabilire con gli adolescenti di oggi, in un momento di grande incertezza e di perdita dei tradizionali punti di riferimento valoriali. Il Movimento di Cooperazione Educativa è un'associazione di specialisti e operatori nel campo educativo e pedagogico nato negli anni cinquanta che pone al centro del processo educativo i soggetti, per costruire le condizioni di un’educazione popolare in quanto garanzia di rinnovamento civile e democratico. In particolare, gli operatori aderenti all'Mce lavorano da sempre per tentare di costruire una scuola in cui sia promossa la libertà espressiva e sia dato spazio alla creatività, attraverso processi circolari di apprendimento-insegnamento capaci di produrre soprattutto nei bambini una crescita globale, affettiva, cognitiva e sociale

 

22 Febbraio 2013 | ore 18.00

Biblioteca Petrucciana - Via Santoni, 1

FELICITÀ, ECONOMIA E DENARO

Prof. Silvano Petrosino
Docente di filosofia ermeneutica presso l’Università Cattolica di Milano

Silvano Petrosino, docente di ermeneutica alla Cattolica di Milano, già docente di filosofia morale sempre alla Cattolia di Milano, ha dedicato i suoi studi al pensiero francese contemporaneo, in particolare a Derrida e Lévinas. Il suo ultimo saggio si intitola "Soggettività e denaro. Logica di un inganno", Jaca Book, 2012

11 Marzo 2013 | ore 18.00

Biblioteca Planettiana - Palazzo della Signoria

BENE COMUNE, ETICA CIVILE

Arch. Francesco Scoppola
Direttore dei beni culturali dell‘Umbria

L'Architetto Scoppola parlerà sul tema "Bene comune, etica civile", ovvero, invertendo l'ordine di questa endiade, di quanto sia importante una rinnovata etica civile per diventare attivamente responsabili del nostro bene comune. Il senso civico o etica civile è la premessa indispensabile per una corretta percezione del bene comune come prioritario rispetto al proprio particolare, legando responabilemnte l'individuo alla società.
La tutela del nostro patrimonio artistico e paesaggistico rappresenta un passaggio fondamentale di questo circuito virtuoso tra cittadino, società e stato, costituendo la sua degradazione un impoverimento nefasto di ciò che più di ogni altra cosa, insieme alla lingua e alle leggi di una comunità, rappresenta il concetto di bene comune. Francesco Scoppola, docente universitario alla facoltà di architettura dell'Università di Roma, è stato anche Direttore dei Beni Culturali dell'Abruzzo dal 2004 al 2006, prima della nomina in Umbria e dopo aver ricoperto lo stesso incarico per le Marche. Come progettista e direttore dei lavori ha condotto cantieri di indagine e di restauro in Italia e all'estero ed è autore di numerose pubblicazioni scientifiche.

 

5 Aprile 2013 | ore 18.00

Biblioteca Planettiana - Palazzo della Signoria

LA RESTITUZIONE - PERCHÉ SI È ROTTO IL PATTO TRA LE GENERAZIONI?

Prof. Francesco Stoppa
Docente dell’ICLeS per la formazione degli psicoterapeuti

Francesco Stoppa, psicologo presso il Dipartimento di Salute Mentale di Pordenone e analista membro della Scuola di Psicoanalisi del Campo Lacaniano. Stoppa è autore del saggio, uscito recentemente per i tipi della Feltrinelli, "La restituzione. Perchè si è rotto il patto tra le generazioni", nel quale l'autore affronta le questioni più urgenti del rapporto tra generazioni come il dialogo interrotto tra giovani e adulti e l’impellente redistribuzione di responsabilità e opportunità a favore delle nuove generazioni.
"Le persone della mia generazione vivono nell'inconscia convinzione che il mondo finirà con loro", scrive Stoppa nelle prime righe del suo saggio e da qui avvia un'originale lettura dell'infanzia e dell'adolescenza, delle contraddizioni degli adulti di oggi e del disagio moderno. Qual' è il prezzo di essere figli in una società immobilizzata nel suo eterno presente, a contatto con genitori tanto premurosi quanto distratti e per nulla disposti a farsi da parte? E' una delle domande principali che l'autore si pone e alla quale cerca di dare una risposta ritenendo di trovarla in quella nuova generazione che, lungo vie marginali, invisibili allo sguardo scettico degli adulti, sta già tracciando inediti sentieri di rivitalizzazione del mondo e di restituzione dell'eredità ricevuta.


Ingresso: libero

  • Per informazioni:
    • Organizzazione: Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi e Diocesi di Jesi

Per informazioni:

Biblioteca Planettiana
Referente: dott.ssa Manola Gianfranceschi
Sede: Piazza Colocci, 1 - Jesi
Telefono: 0731538345 - 346
Fax: 0731538388
Email: planettiana@comune.jesi.an.it
Orario di apertura:

dal lunedì a venerdì 9:00-13:00 (Sala lettura primo piano e Salara)
Dal martedì al venerdì 15:00 - 19:00 (solo Salara)
sabato 9:00-13:00 (solo Salara)
Per il mese di settembre i servizi di prestito interbibliotecario, consultazione in sede e ricerca archivistica garantiti tutte le mattine, ad eccezione del sabato.
Per le ricerche di archivio è obbligatorio prenotarsi.

Durante il mese di settembre non si effettuano visite guidate ai fondi della biblioteca.
Chiusa il 22 settembre.

Biblioteca Diocesana Card. Pier Matteo Petrucci
Sede: Piazza Federico II, 7 bis - Jesi
Telefono: 0731 226751
Web: http://www2.glauco.it/jesi/diocesi/biblioteca.htm
Email: biblioteca@jesi.chiesacattolica.it
Orario di apertura:
lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle 12
il martedì e il giovedì  la biblioteca è aperta anche il pomeriggio dalle ore  15.30 alle 18.00.
XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità