banners/foto_arte_cultura_1.jpg

Arte e cultura

Arte e cultura

Le iniziative

Unità a mezzogiorno. Come l'Italia ha messo assieme i pezzi

Rassegna "Leggere la storia. Incontri sulla storia dell'Italia contemporanea

- 19 marzo 2013 

Orario: 18.00

Palazzo della Signoria


Unità a mezzogiorno
Unità a mezzogiorno

Un nuovo ciclo di conferenze sulla storia dell'Italia contemporanea, con alcuni tra i più autorevoli studiosi italiani della materia.

Articolato in tre incontri mensili e curato da un comitato scientifico composto da Fulvio Cammarano dell'Università di Bologna e Riccardo Piccioni dell'Università di Macerata, il ciclo intitolato “LEGGERE LA STORIA. INCONTRI SULLA STORIA DELL'ITALIA CONTEMPORANEA” proporrà a studenti liceali e universitari e a semplici appassionati una lettura approfondita di tre momenti cruciali della storia del nostro paese: Risorgimento e mezzogiorno, avvento del fascismo e costruzione del regime, fine della cosiddetta Prima Repubblica e analisi dell'ultimo ventennio di storia repubblicana.

In ognuno dei tre appuntamenti, i relatori presenteranno il loro ultimo libro dedicato all'argomento, dal quale prenderanno lo spunto per un'analisi generale sulle cause e gli effetti di certe dinamiche e processi storici.

Primo appuntamento con Paolo Macry, ordinario di Storia Contemporanea presso l'Università di Napoli Federico II. Specialista di storia economica e sociale, negli ultimi anni si è interessato dei fenomeni di discontinuità di regimi politici e sistemi istituzionali, indagando il tema del “crollo dello stato” nell'Italia del 1860.
Durante l'incontro Marzo Macry parlerà del suo ultimo lavoro storiografico dal titolo “Unità a mezzogiorno. Come l'Italia ha messo assieme i pezzi”, uscito per i tipi de Il Mulino nel 2012.

Saluti

Luca Butini, Assessore alla Cultura del Comune di Jesi

Introduzione

Fulvio Cammarano, Università di Bologna

Paola Magnarelli, Università di Macerata

Sarà presente l'autore

 

Il secondo appuntamento del ciclo “LEGGERE LA STORIA” si terrà giovedì 18 Aprile con Emilio Gentile, tra i più autorevoli e famosi studiosi italiani di fascismo, autore del volume “E fu subito regime. Il fascismo e la marcia su Roma”, Editori Laterza 2012. Allievo del grande Renzo De Felice, Gentile, come lo fu il suo maestro, è uno storico di fama internazionale e molti dei suoi libri sono stati tradotti in diverse lingue. I suoi studi hanno riguardato temi fondamentali per la comprensione della storia contemporanea, quali la modernità, la nazione, il totalitarismo, il pensiero mitico, le religioni della politica. Già docente di Storia Contemporanea all'Università La Sapienza di Roma, collaboratore di giornali e riviste, è uno dei volti più noti che appaiono in trasmissioni di approfondimento storiografico come “La storia siamo noi” e i documentari del canale Rai Storia.

Al terzo incontro di giovedì 9 Maggio, dedicato a temi più recenti della storia italiana come la fine della Prima Repubblica, l'avvento di Berlusconi e la crisi della politica degli ultimi anni, saranno presenti altri due pezzi da novanta della storiografia italiana: Simona Colarizi, anche lei allieva come Gentile di Renzo De Felice e Marco Gervasoni, autori del volume “La tela di Penelope. Storia della seconda repubblica”, Editori Laterza, 2012. Da tangentopoli alle elezioni politiche del 1994, dalla stagione dei movimenti iniziata poco prima del 2000 all'entrata in scena dell'antipolitica alcuni anni dopo, dal bipolarismo all'implosione dei partiti, Simona Colarizi e Marco Gervasoni ricostruiranno un breve ma intenso periodo della storia d'Italia, quello che inizia nel 1992 con il crollo della Prima Repubblica e finisce con il passaggio dall'epoca berlusconiana a quella dei tecnici.


  • Per informazioni:
    • Organizzazione: Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi con il patrocinio dell'Assemblea legislativa delle Marche

Per informazioni:

Comune di Jesi - Ufficio Cultura
Sede: Piazza Spontini, 8 - Jesi
Telefono: 0731 538 205
Fax: 0731538328
Email: ufficio.cultura@comune.jesi.an.it
Orario di apertura:

dal lunedì al venerdì 8.30 - 13.00
giovedì anche il pomeriggio 15.00 - 18.00

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità