banners/foto_arte_cultura_1.jpg

Arte e cultura

Arte e cultura

Il Settore della Cultura Contemporanea

IL SETTORE DELLA CULTURA CONTEMPORANEA


IL SETTORE DELLA PUBBLICA LETTURA si è venuto consolidando in modo continuato e costante soprattutto negli ultimi anni, attraverso l'incremento ragionato, sia per il settore adulti sia per il settore ragazzi, di opere di letteratura e narrativa italiana e straniera, di attualità, di saggistica, di opere di divulgazione e di materiale multimediale (cd, dvd, audiolibri ed altro), nonché di opere in continuazione, nel rispetto dei criteri di contemporaneità, multiculturalità e multimedialità che guidano la selezione e scelta del nuovo materiale per lo sviluppo delle raccolte.

La PUBBLICA LETTURA comprende varie sezioni:

Narrativa e saggistica

La raccolta offre al pubblico le opere della narrativa contemporanea, anche in lingua straniera (principalmente inglese, francese, tedesco e spagnolo, ma anche russo, polacco, ecc.), i volumi di narrativa sono fruibili nella sala d’ingresso alla biblioteca e sono contrassegnati dal colore rosso. Altri volumi di narrativa sono negli archivi al piano superiore ordinati secondo la classificazione Dewey.

Consistente anche la raccolta di saggistica, suddivisa nei vari piani della Biblioteca; organizzata per discipline (classi Dewey) e aree tematiche, abbraccia le diverse aree della conoscenza ed è, per la maggior parte, a circolazione libera.

Raccolta di consultazione

Nelle sale di consultazione sono disponibili enciclopedie di carattere generale e su temi specifici, dizionari e atlanti aggiornati; negli scaffali si possono reperire opere generali, libri di filosofia, psicologia e pedagogia; di religione e storia delle religioni, di scienze sociali, scienze pure e scienze applicate, arte, musica, cinema, teatro e spettacolo, letteratura italiana, europea e mondiale, filologia, linguistica e critica letteraria.

Periodici e quotidiani

Oltre a 700 periodici spenti , la Biblioteca mette a disposizione un centinaio di periodici correnti appartenenti a varie discipline, che offrono articoli aggiornati su temi, problematiche e dibattiti in corso nei vari campi del sapere e sulla attualità culturale, con attenzione anche al settore scientifico.

Sono disponibili giornalmente alcune testate di quotidiani locali e nazionali:

  • Corriere adriatico
  • Il sole 24 ore
  • Repubblica
  • La stampa
  • Il resto del Carlino
  • Il messaggero
  • Corriere della sera


LA FOTOTECA

Custodisce migliaia di preziosi materiali fotografici, tra i quali le raccolte di Adriano Colocci riguardanti i suoi viaggi in America e la rara documentazione sulla vita degli zingari, la raccolta Schiavoni, essenziale per la storia della città del primo Novecento e il lascito della marchesa Lorenza Trionfi Honorati.

Tra le ultime accessioni, in fatto di documenti visivi, la Videoteca Olivieri: la raccolta da lui costituita in quasi mezzo secolo di appassionata ricerca e partecipazione alle vicende più significative 

IL SERVIZIO "LIBRO PARLATO" E GLI AUDIOLIBRI 

La tradizionale Biblionastroteca, servizio specialistico destinato agli svantaggiati della vista, che offriva un servizio di registrazione su cassetta del contenuto di vari libri di storia e di attualità, è stato aggiornato con l’acquisizione da parte della Biblioteca di un discreto numero di audiolibri in formato digitale e con la possibilità di avvalersi per la lettura ascoltata dei testi disponibili nel servizio on line “Libro Parlato” organizzato e convenzionato con l'Associazione Lions di Jesi.

LA SEZIONE LOCALE

conserva e mette a disposizione libri e opuscoli riguardanti la storia, l'arte, gli usi e i costumi della città, della Vallesina e delle Marche in generale per un totale di oltre 8.000 edizioni dal secolo XVI ai giorni nostri. Oltre ai testi degli storici locali, la sezione raccoglie migliaia di opuscoli e volumi che approfondiscono aspetti e vicende non solo dei personaggi significativi nella storia e cultura della città (da Federico II a Francesco di Giorgio Martini, a Lorenzo Lotto a Giovan Battista Pergolesi e Spontini, a Luigi Amici e Rafael Sabatini, ecc), ma anche delle Chiese e dei Monumenti, delle antiche Mura e dei Palazzi storici, dei mestieri tramandati nel tempo (oreficeria, cordai, filande, arte della stampa) o delle manifestazioni storicamente più significative, come la cerimonia del Palio tra città e contado.

Tra le edizioni più antiche, oltre alle Costituzioni Egidiane del 1572, figurano gli statuti di varie città marchigiane; del 1578 è l'opera storica più antica riguardante la città di Jesi, di Pietro Grizio. Per il secolo XVIII spiccano le opere storiche di Tommaso Baldassini (1703) e di Girolamo Baldassini (1765), cui seguono le opere degli storici jesini Antonio Gianandrea, Giovanni e Cesare Annibaldi, e di Costantino Urieli, dei quali nel fondo Marche sono presenti le opere edite.

Di notevole importanza la miscellanea Colocciana ordinata insieme dal Marchese Adriano Colocci Vespucci è costituita da 100 volumi contenenti ognuno più opuscoli, cuciti insieme, di argomento marchigiano.

Di rilievo infine il centinaio tesi di laurea discusse in vari atenei italiani dalla fine degli anni '50 ad oggi; compilate consultando libri e documenti d'archivio ed incentrate su vari aspetti della cultura jesina.

LA SEZIONE SPECIALE PER RAGAZZI

Situata al piano terra della scuola “Garibaldi”, quartiere San Giuseppe, mette a disposizione di bambini e ragazzi fino ai 14 anni un servizio di ricerca e di prestito librario; gli oltre 17.000 volumi sono suddivisi per generi letterari, che vanno dai libri cartonati ai libri gioco ai libri animati per i piccolissimi; dai libri in stampato maiuscolo ai racconti illustrati; dalle fiabe classiche ai fumetti, dai primi romanzi ai classici per ragazzi, dai libri game ai romanzi d'avventura e fantasy, alle tematiche riguardanti il rapporto giovani società, ecc. I vari generi letterari sono riconoscibili da contrassegni colorati che rappresentano anche un "percorso di letteratura" per fasce d'età. Il prestito è gratuito ed i singoli volumi possono essere tenuti in prestito per un massimo di 30 giorni.

Per le attività di ricerca le enciclopedie Universali e tematiche sono arricchite da numerose monografie relative a svariati argomenti sui vari campi del sapere (dalla multiculturalità alle religioni, dalla geografia alla storia, all'ecologia, all'arte e letteratura, ecc..).

Dietro prenotazione, vengono offerti servizi di visite guidate alle scolaresche; si svolgono anche attività di animazione della lettura.

E' conservato nella Sezione anche il prezioso fondo Luigi Grossi, donato alla Biblioteca per dare avvio ad un Archivio del libro di testo di scuola elementare: in esso sono contenuti oltre un'ottantina di rari volumi riguardanti i libri di lettura del primo ciclo di scuola elementare stampati prima e dopo la seconda guerra mondiale.

Per ulteriori approfondimenti, vedi la finestra specifica

Per informazioni:

Biblioteca Planettiana
Referente: dott.ssa Manola Gianfranceschi
Sede: Piazza Colocci, 1 - Jesi
Telefono: 0731538345 - 346
Fax: 0731538388
Email: planettiana@comune.jesi.an.it
Orario di apertura:

dal lunedì a venerdì 9:00-13:00 (Sala lettura primo piano e Salara)
Dal martedì al venerdì 15:00 - 19:00 (solo Salara)
sabato 9:00-13:00 (solo Salara)
Per il mese di settembre i servizi di prestito interbibliotecario, consultazione in sede e ricerca archivistica garantiti tutte le mattine, ad eccezione del sabato.
Per le ricerche di archivio è obbligatorio prenotarsi.

Durante il mese di settembre non si effettuano visite guidate ai fondi della biblioteca.
Chiusa il 22 settembre.

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità