banners/foto_arte_cultura_1.jpg

Arte e cultura

Arte e cultura

Presentazione

La storia delle collezioni
Palazzo Pianetti
Palazzo Pianetti

La Pinacoteca a Jesi viene istituita ufficialmente il 5 settembre 1868 con un notevole gruppo di sculture e dipinti già facenti parte dei beni delle Congregazioni religiose soppresse, che grazie al decreto Valerio del 1866 vedono diventare i loro tesori artistici di proprietà comunale. La sua inaugurazione ed apertura ufficiale al pubblico, avviene però solo nel 1912.
Ospitata da quella data nella ex chiesa di S.Floriano, la Pinacoteca viene spostata nel 1949 in Palazzo della Signoria sede anche della Biblioteca Comunale Planettiana e del Museo Civico, portando avanti l’idea del bene culturale d’insieme. Molti tuttavia sono gli aspetti negativi che spingono l’amministrazione comunale a cercare una sede più idonea per conservare le ricchezze artistiche della città.Si pensa così al settecentesco Palazzo Pianetti che il Comune inizia ad acquisire a partire dagli anni ’60.
Nel frattempo la collezione si arricchisce di significative opere sia per la sezione d’arte contemporanea, a seguito del Premio biennale “Città di Jesi – Rosa Papa Tamburi”, che per quella antica e moderna.
La sezione d’arte contemporanea, ormai composta da un ricco numero di opere, anche grazie alla mostra “La ruota del Lotto” del 1981-82, viene inaugurata nel 1987 anche se l’attuale allestimento risale ai primi anni del 2000 quando vengono ultimati gli ultimi lavori di restauro. Anche la sezione d’arte antica e moderna che dagli anni ’80 continua ad arricchirsi, solo nel 2000 raggiunge la sua forma attuale proponendo ai visitatori un percorso organizzato secondo un ordine cronologico a partire dalla seconda esedra della galleria degli stucchi che ospita una grande bacheca dove si conserva una collezione quasi completa di vasi dell’antica farmacia settecentesca. Al maestro veneto, Lorenzo Lotto, vengono dedicate due prestigiose sale decorate con le storie di Enea a cui è possibile accedere direttamente dall’entrata.
Le opere esposte, comprendendo anche il materiale scultoreo, ceramico e fittile del Museo Civico ed offrono al visitatore una panoramica completa delle testimonianze artistiche jesine a partire dal XIII secolo fino ai nostri giorni, vantando lavori di artisti riconosciuti anche a livello internazionale. La vivace attività dell’amministrazione comunale continua ancora oggi - attraverso donazioni, depositi ed acquisizioni - a fornire alla struttura significativi esempi d’arte di ogni secolo.

 

- La Collezione d'arte Antica

- Lorenzo Lotto

- La Collezione d'arte Contemporanea

- Orfeo Tamburi

- Omar Galliani

 

Per ulteriori informazioni:

Curatrice collezione di arte antica e moderna
dott.ssa Romina Quarchioni
r.quarchioni@comune.jesi.an.it

Tel. 0731 538306 

Curatrice collezione di arte contemporanea
dott.ssa Simona Cardinali
s.cardinali@comune.jesi.an.it

Tel. 0731 538403

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità